Vado Al Massimo

artista: Vasco Rossi
anno: 1982

Sono ancora in coma

Ieri sera sei uscita con me
Stamattina è già il terzo caffè
che bevo
ho fatto pure una doccia gelata
ma non è servita
sono ancora in coma

Poi il telefono squilla
la nevrosi mi piglia
di rispondere adesso proprio non ne ho voglia
poi alla fine prendo su
Sei tu? Che cosa dici?
Non mi vuoi vedere più?
Non mi vuoi vedere?

E poi fai bene: sei bella
e puoi trattare gli uomini
come fazzoletti di carta
In fondo devi stare solo attenta
Che non siano mai
della stessa marca

Ieri sera sei uscita con me
Stamattina è già il terzo caffè
che bevo, che bevo
che bevo, che bevo
Ho fatto anche una doccia gelata
ma non è servita
sono ancora, sono ancora in coma!
Sono ancora in coma!

Cosa ti fai

Ti senti molto sicura
Si vede da come cammini
Ti muovi bene, mi piace sai?
Il modo di fare che hai
Dimmi che cosa ti prendi quando ti svegli
Dimmi che tipo di pillole mangi
Dimmi che cosa, che cosa ti da
Quell'inaccessibilità

Two, three, four!

Dimmi ti prego cosa bevi nei sogni
Dimmi che tipo di dieta fai
Se metti zucchero nel caffè
O se lo bevi così amaro com'è
Dimmi se hai letto molti libri
Dimmi quando fai l'amore fingi?
Dimmi che cosa, che cosa ti fai
E dimmi che non ti droghi mai!

Dai!

Ogni volta

Ogni volta che viene giorno
Ogni volta che ritorno
Ogni volta che cammino e mi sembra di averti vicino
Ogni volta che mi guardo intorno
Ogni volta che non me ne accorgo
Ogni volta che viene giorno

Ogni volta che mi sveglio
Ogni volta che mi sbaglio
Ogni volta che sono sicuro e ogni volta che mi sembra solo
Ogni volta che mi viene in mente
Qualche cosa che non c'entra niente
Ogni volta…

E ogni volta che non sono coerente
Ogni volta che non è importante
Ogni volta che qualcuno si preoccupa per me
Ogni volta che non c'è
Proprio quando la stavo cercando
Ogni volta, ogni volta quando…

E ogni volta che la sera…
E ogni volta che la sera…

E ogni volta che non c'entro
Ogni volta che non sono stato
Ogni volta che non guardo in faccia niente
E ogni volta che dopo piango
Ogni volta che rimango
Con la testa fra le mani
E rimango tutto domani…

Vado al massimo

Vado al massimo!
Vado al massimo!
Vado al massimo!
Vado a gonfie vele!
A gonfie vele!
A gonfie vele!

Voglio proprio vedere
E voglio proprio vedere
Se voglio proprio vedere come va a finire!

Voglio vedere come va a finire
Andando al massimo senza frenare
Voglio vedere se poi davvero si va a finir male
Meglio rischiare
Che diventare
Come quel tale, quel tale
Che scrive sul giornale

Vado al massimo!
Vado in Messico!
Vado in Messico! Voglio andare a vedere
Voglio proprio vedere
Se è come dice il droghiere
Laggiù a tutti và
A gonfie vele

E quest'estate invece di andare al mare
Vado in Messico io, altro che al mare
Voglio vedere se là davvero si può volare
Senza rischiare
Di cadere
Di incontrare sempre, sempre
Sempre quel tale, quael tale
Che scrive sul giornale

Vado al massimo!
Vado in Messico!
Vado al massimo!
Vado al massimo in Messico!
Vado al massimo!
Vado in Messico!
Vado al Massimo in Messico!!

Credi davvero

Credi davvero
Che sia sincero
Quando ti parlo di me?
Credi davvero
che mi spoglio
Di ogni orgoglio davanti a te?
Non credi di essere un po' ingenuo?
Non credi di essere rimasto un po' indietro?
Non ti fidare mai
Non sono gli uomini a tradire ma i loro guai
I loro guai!
I loro guai!
I loro guai!

Ma quali santi ed eroi?

Credi davvero
Che sia diverso
Che io sia diverso da chiunque che
Si trovasse un bel giorno
A dover scegliere tra lui e te
Non c'è nessuno diverso
Non c'è nessuno che sorride quando ha perso
Non ti fidare mai
Non sono gli uomini a tradire ma i loro guai
I loro guai!
I loro guai!
E' una questione di guai
E' una questione di guai
Gaui, guai, di guai

E' una questione di guai
E' una questione di guai
E' una questione di guai
E' una questione di guai
Di guai, di guai, di guai, di guai, di guai, di guai…

Amore

C'ho un mal di schiena non, non
Mi fa dormire
Da ieri sera ce l'ho, ho
Voglio morire
Ti prego fammi un favore:
Chiamami il dottore

Amore

Quel mal di schiena ohi, ohi!
Non passa ancora
Da ieri l'altro ce l'ho, ho
La vita è dura
Ti prego fammi un piacere:
Fammi la puntura

Mia cara

C'ho un mal di schiena che non, non
Mi fa dormire
da ieri l'altro ce l'ho, ho
Voglio morire
Ti prego fammi un favore:
Chiamami un dottore
Fammi una puntura
Insomma dammi qualcosa, no?

Mia cara
Mia cara!
Amore!

Canzone

E' nell'aria ancora il tuo profumo
Dolce, caldo, morbido
Come questa sera
Mentre tu
Mentre tu
Non ci sei più
Non ci sei più
Non ci sei più
Questa sera nel letto metterò
Qaalche coperta in più
Perchè se no
Se no avrò freddo senza averti
Senza averti sempre addosso
Sarà triste, lo so
Ma la tristezza però si può racchiudere
Dentro una canzone
Che canterò
Ogni volta che avrò voglia
Di parlarti, di vederti
Di toccarti, di sentirti ancora mia

E' stato spendido
Amarti…
…Senza averti sempre addosso
…Dentro una canzone
Quando un giorno ti incontrerò
Magari per la strada
Magari proprio sotto casa tua
Eh! Ma guarda il caso però
Guarda il destino splendido!
Crudele e splendido…

E intanto i giorni passano
E i ricordi sbiadiscono
E le abitudini cambiano
E' stato spendido
E' stato spendido
E' stato spendido
E' stato spendido
E' stato spendido…

Splendida giornata

Cosa importa se è finita
Che cosa importa se ho la gola bruciata, o no!
Ciò che conta è che sia stata
Come una spendida giornata

Una splendida giornata
Straviziata, stravissuta, senza tregua
Una splendida giornata
Sempre con il cuore in gola fino a sera
Che la sera non arriverà

Ma che importa se è finita
Che cosa importa se era la mia vita, o no!
Ciò che conta è che sia stata
Una fantastica giornata morbida

Una splendida giornata
Che comincia sempre con un'alba timida
Una splendida giornata
Quante sensazioni, con quali emozioni
Poi alla fine ti travolgerà

Ma che importa se è finita
Che cosa importa se ho la gola bruciata, o no!
Cosa importa se è durata
Quello che conta è che sia stata

Una spelndida giornata
Stravissuta, straviziata, stralunata
Una splendida giornata
Sempre con il sole in faccia fino a sera
Che la sera di nuovo sarà

La noia

La noia, la noia, la noia, la noia, la noia!
Io non vivo più!
Restaci tu qui
Soffrirò di nostalgia
Ma devo uscire fuori da qui
Io devo, io devo, io devo, io devo, io devo!
E come dicevi tu
Tornerai qui
Solo quando avrai bruciato tutto
Solo allora si…

E la noia, la noia, la noia
Che hai lasciato qui
Quella noia che c'era nell'aria,
Che c'era nell'aria allora
E' ancora qui
E' qui che ti aspetta, sai?
E tu ora non puoi certo più scappare
Come hai fatto allora
Ora sai che vivere
Non è vero che c'è sempre da scoprire
E che l'infinito
E' strano ma per noi, sai
Tutto l'infinito
Finisce qui

Unless otherwise stated, the content of this page is licensed under Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License